Il rugby femminile sul territorio: parola ad Elena

Il rugby femminile sul territorio: parola ad Elena

In occasione del Test Match fra Italia e Sudafrica femminile abbiamo cercato di inquadrare il movimento della palla ovale in rosa con la nostra Elena Chiarella, allenatrice delle Tigrotte e Responsabile regionale del rugby femminile toscano.

Come è strutturato il lavoro di propaganda e sviluppo sul territorio ?
Il nostro lavoro di sviluppo tende a seguire le atlete U12-U14-U16-U18; per ogni categoria sono previsti due allenamenti al mese, uno sulla zona interna e uno sulla zona costa, e una verifica attraverso concentramenti regionali e, quando possibile, assieme alle regioni limitrofe.
Il regolamento di X Rugby utilizzato per la Coppa Italia è uno strumento efficace per avvicinare le ragazze al rugby?
Le intenzioni di World Rugby sono di costruire un gioco sicuro, più semplice da capire e da giocare e più facile da organizzare. Le prime esperienze ci confortano e ci dicono che tali obbiettivi possono essere raggiunti.
Le realtà toscane, all’interno di cui Gispi è protagonista con le tigrotte, riescono a lavorare in sinergia?
La Toscana è una “Terra di Rugby” dove i singoli club, grandi e piccoli fanno
grandissimi sforzi per sviluppare il nostro sport. E’ chiaro ed è giusto che quando si compete tutti vogliono affermarsi, ma quando c’è da lavorare insieme per crescere nessuno si tira indietro. Ad oggi sono presenti tre club che partecipano alla serie A, Cus Pisa, Puma Bisenzio, Donne Etrusche e cinque alla Coppa Italia, Gispi, Cus Siena, Etruria Piombino, Mugello e Lucca.
Ritieni la variante a sette giocatrici utile per aumentare il livello tecnico e la conoscenza del gioco delle ragazze?
Come ho già detto la formula a sette di X rugby e una forma semplificata ma in essa si evidenziano tutti gli elementi basici del nostro sport. Il mio parere è che permette l’acquisizione sia di elementi tecnici che tattici e sicuramente ha innalzato la velocità del gioco.
Quali sono le discipline sportive a cui ti ispiri nella progettazione e nel lavoro quotidiano?
Io penso che il gioco del rugby sia un gioco di invasione e quindi tutti i giochi di invasione possono dare un contributo al nostro gioco.
Quali sono le principali novità dei campionati femminili italiani?
Il campionato di serie a è costruito questa stagione per definire un ranking di tutte lesquadre. Tale ranking verrà utilizzato per la costituzione dei gironi nella stagione 2019/20 al fine di avere una competizione più omogenea.