Guinness: la stagione dei Tigers immortalata da Stefano Vigni

I Tigers in mostra a Officina Giovani dal 21 giugno al 5 luglio

Il rugby è uno sport che non accetta compromessi. Per giocarlo serve una grande dedizione e la capacità di anteporre la squadra alle esigenze individuali. I Tigers sono un gruppo vero, che di questa filosofia collettiva ci hanno fatto un marchio di fabbrica. Lo dimostra la stagione da record che ha visto tutti i membri della rosa protagonisti in prima persona di una cavalcata da registrare negli annali del club.

Ci ha pensato Stefano Vigni, fotografo ed editore indipendente nonchè fondatore della casa editrice Seipersei di Siena, a trasferire attraverso le immagini tutto il carico di emozioni che la palla ovale si porta con sè.

Lo ha fatto con una mostra dedicata al microcosmo dei Tigers che inizierà venerdì 21 giugno (inaugurazione ore 19.00) e terminerà venerdì 5 luglio allestita presso i locali di Officina Giovani – piazza dei Macelli 4 Prato.

“Guinness è un progetto fotografico realizzato per questa squadra, i Gispi Tigers di Prato, che ha totalizzato un vero record fatto di sole vittorie da cinque punti. Da Guinness dei primati appunto, oppure da Guinness come la famosa birra irlandese che dà nome al famoso torneo delle Sei Nazioni. Il terzo tempo è già scritto: il record o Guinness che dir si voglia è stampato nei volti di questi giocatori che oggi sono qui presentati in fotografia: coriacei e fieri ci appaiono quasi come se fossero indistruttibili, fissati nel tempo come la sequenza di vittorie consecutive inanellate. Estraneo a questo mondo ho fatto irruzione sul campo e li ho inseriti in una serie di immagini scattate in quei luoghi dove il gruppo è cresciuto: le docce, lo spogliatoio, il campo etc… ottanta minuti di fotografie per ricordare i protagonisti di una stagione a dir poco eccezionale. Da profano, mi sono proiettato sul campo per seguire un allenamento, uno solo. Questo mi è bastato per capire il senso profondo che anima la volontà dei giocatori. Un nuovo linguaggio dai significati molteplici si è aperto alla mia mente ed è un vocabolario che si è subito fatto spazio nella mia fabbrica ideale di immaginazione visiva: Tigers, record, after match, Guinness!” 

Il progetto è stato pensato e prodotto grazie al grande impegno di Claudio Seghi Rospigliosi e in generale dello staff operativo dei Tigers.

L’accesso ai locali di Officina Giovani che ospitano la mostra fotografica è gratuito e consentito dalle ore 9.00 alle ore 19.00, dal lunedì al venerdì.

Post Correlati