Under 14: A L’Aquila un’esperienza di sport e cultura

Domenica 8 dicembre si è giocata la prima edizione della ENI L’Aquila Cup. Il torneo nazionale, organizzato e promosso dall’asd Rugby Experience e riservato agli atleti under 14, è stato ideato al termine del percorso dedicato al decennale del sisma 2009, con lo scopo di invitare quei club che, nel corso della passata stagione, hanno ospitato l’associazione sportiva aquilana in occasione dei più importanti tornei nazionali dedicati al rugby giovanile.

Dodici le squadre partecipanti, provenienti da sei regioni d’Italia: Benetton rugby, Asr Milano, Arnold rugby, Capitolina, Fiamme Oro, Primavera Rugby, Nuova Rugby Roma , Rugby Perugia Junior, Amatori Napoli, Rugby Experience “rossa” e Rugby Experience “bianca” e appunto il Gispi Rugby Prato.

I ragazzi guidati dai coach Alessandro Ricci e Alessandro Boscolo hanno raccolto un positivo quarto posto, superando nel girone eliminatorio Nuova Rugby Roma e Primavera, per poi uscire sconfitti in semifinale contro le Fiamme Oro e veder svanire per un soffio il terzo posto in favore dei padroni di casa dell’Experience L’Aquila che sono riusciti a rimontare l’iniziale svantaggio e poi girare la partita a loro favore per 24 a 19.

Oltre alla prestazione generale che ha mostrato un buon mix fra gesti tecnici individuali e movimenti collettivi efficaci, i gispolotti hanno affrontato il week end in pieno spirito esplorativo, partecipando ad una coinvolgente ed interessante visita guidata alla scoperta del centro storico aquilano, condotta dal bravissimo Professor Roberto Biondi, docente di lettere ed esperto di archeologia medievale.

Per il DS Francesco Ursumando è stato un fine settimana da incorniciare. “Prima di tutto voglio ringraziare Rugby Experience per l’ospitalità offerta. Il tour della città è stato un momento speciale in cui ci siamo immersi nelle attrazioni culturali di una città che oltre ad essere bellissima, si sta rialzando con orgoglio dal sisma del 2009. Il lato sportivo diventa così un mezzo per confrontarsi con ragazzi di altre realtà e soprattutto per familiarizzare con aspetti storici che arricchiscono il vissuto umano dei giovani rugbisti. Siamo molto felici come Gispi di aver partecipato all’Eni L’Aquila Cup.